Alessandro Pulga

Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Pulga, sono nato a Bologna il 26/08/1967 normoudente fino a tre anni poi due malattie, rosolia e scarlattina avute contemporaneamente, mi avevano leso i nervi acustici, questo dal 1970 circa. In quel periodo l'udito andava e veniva, fino al 1973. Avevo 6 anni quando una sera erano venuti a casa mia dei rappresentanti dell'amplifon che mi avevano fatto le impronte per le protesi acustiche.

Dal 1973 al 2003, anno in cui avevo fatto il primo impianto cocleare a sinistra, la mia vita con le protesi acustiche era stata un disastro, parole ovattate, suoni distorti, non ero per niente contento.

A Dicembre del 2002, io, mia sorella e mia mamma eravamo andati a Reggio Emilia dal dottor Cuda Domenico, ci aveva mandati un'otorino di Casalecchio di Reno, città dove risiedo, a informarci su questo impianto cocleare, come funziona, i pro e i contro, ecc., nella settimana santa dell'anno 2003 avevo deciso di fare l'intervento, a maggio dopo un mese ero ritornato a Reggio Emilia per fare l'attivazione del primo impianto cocleare Nucleus Esprit 3G, (che tutt'oggi lo tengo di riserva nel mio zaino perché va ancora).

All'attivazione dell'impianto, sentivo pianissimo, tutto un fischio, ho aspettato 15 giorni e poi avevo cominciato a fare la ginnastica uditiva da solo, con cornetta del telefono, cellulare, cuffie, ascolto della radio e tv, seguire i discorsi, ecc, ho fatto presto con l'orecchio sinistro, i fischi erano spariti e piano piano le parole erano chiarissime, i suoni chiari e limpidi, i ticchettii, ecc...

A febbraio del 2007, avevo fatto il secondo intervento al destro, il mitico Esprit 3G non li facevano più, era la volta del freedom, si sentiva la differenza, l'esprit lavorava sui suoni acuti, il freedom sui suoni bassi, ogni sei mesi, sempre a Reggio Emilia a forza di regolarmeli, erano riusciti a pareggiare i livelli. Con il freedom, a destra, ci avevo messo un anno per la ginnastica uditiva, avevo fatto un po' fatica.

Poi, non mi ricordo quando, mi avevano cambiato il sinistro, così avevo avuto due freedom, questi due erano molto grandi, avevo problemi nei padiglioni, a volte mi sanguinavano le orecchie.

Nel 2015 e 2016 i freedom si erano guastati tutti e due, ora indosso il nucleus cp800 a destra e 900 a sinistra se non sbaglio, questi invece rispetto ai precedenti, sono fragili d'estate, si suda molto e non faccio altro che metterli spesso nella scatola per deumidificarli. Questi invece, rispetto al freedom, parole abbastanza chiare e suoni limpidi.

Ora sono soddisfatto di avere gli impianti cocleari, ho passato 30 anni da incubo con protesi che non erano adatte per le mie esigenze, molto deboli.

In macchina? Il cellulare sta in tasca con il bluetooth attivato, parte la chiamata e si attiva l'autoradio, parole chiarissime con il volume ( da zero a 30, su 17).

Non ho altro da aggiungere.

Alessandro Pulga