Ipoacusia nei neonati

I problemi uditivi nei bambini sono molto comuni.

Scoprire che il proprio figlio ha problemi di udito può essere una esperienza sconvolgente. I genitori potrebbero essere tristi, arrabbiati, scioccati, spaventati e addirittura si potrebbero sentire in colpa. Ma soprattutto, potrebbero sentirsi impotenti.

Non siete soli

Se vostro figlio ha problemi di udito, non vi preoccupate: non siete soli, l’ipoacusia è più comune di quanto pensiate. In quanto genitori, conoscete vostro figlio meglio di chiunque altro. Se siete preoccupati perchè pensate che vostro figlio possa avere dei problemi di udito, ci sono persone e trattamenti che vi possono aiutare.

Quanto prima vengono eseguiti screening, diagnosi e trattamenti, maggiori sono le possibilità per il bambino di sviluppare normalmente il linguaggio orale e le capacità di apprendimento; di comunicare con i propri insegnanti e compagni; di allacciare nuove amicizie e di crescere sicuro di sè in un mondo pieno di suoni.

Screening Neonatale

Sarebbe bene sottoporre a un esame audiologico i neonati, prima che lascino l’ospedale. Si tratta di esami rapidi e indolori, eseguiti solitamente mentre il bambino dorme. L’identificazione precoce di un’ipoacusia nel neonato consente ai genitori e ai dottori di trovare il migliore trattamento e di intervenire tempestivamente per assicurare al bambino le migliori opportunità per l’apprendimento del linguaggio orale. Se vostro figlio non è stato sottoposto a un esame audiologico da piccolo, vi consigliamo di provvedere quanto prima.

L’importanza di un trattamento tempestivo

Prima si riceve un trattamento per l’ipoacusia, tanto più sarà naturale per il bambino imparare a sentire e a parlare. I primi due anni di vita sono particolarmente importanti nello sviluppo delle abilità linguistiche e comunicative. Ricerche mostrano che bambini che vengono opportunamente trattati con protesi prima dei dei sei mesi possono sviluppare le capacità verbali al pari dei bambini normoudenti. Dopo questo periodo le opportunità non sono le stesse.

A chi rivolgersi

E' fondamentale che possiate trovare il giusto interlocutore con cui parlare dei problemi uditivi di vostro figlio. Questo interlocutore sa cosa state passando e vi può aiutare ad affrontare un periodo particolarmente critico e a prendere decisioni difficili.

Alcune di queste persone fanno parte del personale sanitario, altre sono persone adulte affette da ipoacusia o i genitori di bambini che vogliono tornare nel mondo dei suoni:

 

Avviso importante

Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. Ti raccomandiamo di discutere ogni informazione con personale medico specializzato di tuo riferimento.Solo il loro consiglio è indicato per la migliore diagnosi e terapia disponibile per la tua condizione clinica individuale.